#IORESTOACASA… Ma non mi fermo

 

Questo momento così difficile ha colpito duramente tutti noi, ma ci sono alcune categorie di lavoratori che risentono maggiormente di questa situazione.
Come e quanto incide tutto questo per gli agenti di commercio?

Le direttive del nostro governo sono chiare: restate in casa e cambiate le vostre abitudini.

Purtroppo, fino a quando non c’è ancora dato sapere.
Tante le proroghe, sempre crescenti le misure di restrizione. Ad oggi la situazione non sta migliorando ma va pian piano assestandosi verso un’unica certezza: la situazione di emergenza non si risolverà in poche settimane. Il previsto termine, sarà come già annunciato, prorogato esattamente come i termini che hanno preceduto questa data.
Le ipotesi più veritiere, emerse già a fine Gennaio e comunicate da tutti i governi, impostano il 31 luglio come data di termine dell’attuale situazione di emergenza. 
Ma è plausibile pensare di fermare la propria attività fino a data da destinarsi?

CAMBIA LE TUE ABITUDINI MA NON FERMARTI!
Modella la tua attività su base casalinga:
– lavora da casa attraverso strumenti che consentono di effettuare appuntamenti con i clienti da remoto grazie ai canali web che il cliente ed il professionista possono concordare;
– procedi alla registrazione di contratti da remoto attraverso l’ausilio di strumenti digitali, facili e veloci;
– usufruisci di strumenti come AgentePiù per trasformare il tuo lavoro da “fisico” a “virtuale” per ottenere risultati laddove, tanti, oggi sono costretti a fermarsi e rinunciare;
– Rendi effettivo il significato di “smartworking”: lavoro agile, facile, veloce, con strumenti agili, facili e veloci.

È tempo di trasformare l’emergenza in opportunità.

È necessario non rimanere indietro, soprattutto alla luce del fatto che gli agenti di commercio sono esclusi dalla platea dei beneficiari dell’indennità di €600, destinata dall’articolo 28 del decreto legge “Cura Italia” a lavoratori autonomi, liberi professionisti, stagionali, operai agricoli e dello spettacolo. Rientrano, invece, con tutti gli altri soggetti iscritti alle casse, tra i percettori del Fondo per il reddito di ultima istanza, istituito dall’articolo 44 del Dl, per sostenere lavoratori dipendenti e autonomi.

Questo è tempo di rivoluzionare il tuo futuro.

Entra a far parte di Winning Team e porta la tua carriera ad un altissimo livello professionale.